8 settembre 2011


Per muscoli ‘di ferro’ i pesi non servono

(Adnkronos Salute) – Non serve forzare i muscoli in palestra con pesi esagerati. Per svilupparli basta solo ‘stancarli’, esercitandoli a lungo anche senza carico. Lo spiegano, in  uno studio pubblicato online su ‘Plos One’, i ricercatori canadesi dell’università McMaster, nell’Ontario, che bocciano le tecniche basate sul lavoro ‘pesante’ per il potenziamento muscolare e dimostrano i benefici di esercizi prolungati e costanti.

“La maggior parte delle persone sono convinte che per far  aumentare il volume dei muscoli bisogna stimolarli, caricandoli, perché sintetizzino nuove proteine”, spiega Stuart Phillips, coordinatore della ricerca. “Noi abbiamo dimostrato che il segreto del potenziamento non sta nel peso che si solleva, ma nella capacità di creare fatica muscolare”. Gli studiosi hanno seguito due diversi gruppi di ‘palestrati’: uno si allenava con pesi che rappresentavano  il 90% della capacità massima della singola persona, l’altro con  attrezzi più leggeri che rappresentavano il 30% della capacità.
Gli sportivi che forzavano al massimo potevano, abitualmente, ripetere gli esercizi solo tra le 5 e le 10 volte. Gli altri arrivavano a 24 ripetizioni prima di risentire della fatica. Con risultati migliori. In base a questi dati, concludono i ricercatori, si potranno mettere a punto programmi di allenamento mirati per le persone particolarmente fragili, come gli anziani e pazienti in riabilitazione, che garantiscano il giusto sviluppo muscolare senza  rischiare traumi.

« Torna indietro